La consapevolezza della nostra vita

Da migliaia di anni l’uomo è sulla Terra e oggi molta gente ha il problema di nutrirsi e idratarsi.

Bene,in molti paese,anche sviluppati non ci si nutre e si idrata a dovere.Per vivere bisogna guadagnare dei soldi,altrimenti si muore e questo non mi sembra giusto.Anzi non dovrebbe essere così.Se il mondo sarebbe collaborativo a vivere,le uccisioni,i furti,lo spaccio di droga,etc non esisterebbero per il 90%.Nella maggior parte dei casi accade per i soldi.

I soldi sono una priorità alta, perchè senza di quelli non avremmo una casa,dei vestiti,del cibo,dell’acqua.Una serie di cose che non possiamo rinunciare.La gente darebbe tutto per averli,a volte uccide,senza pensare che sta uccidendo una vita per un pezzo di carta,dove tanti anni fa non era così che si faceva per vivere,basta chiedersi come fanno gli indigeni.Questo spiega tutto.

La maggior parte è gente egoista,se facesse una scelta tra -essere milionari- e -voler bene ad una persona-la scelta probabilmente sceglierà la prima.Una valore concreto e non spirituale come una persona.

Oggi la persona viene considerata un numero,un qualcosa da manipolare a proprio piacimento e non come valore inestimabile che è la vita,che può essere quella di 1 persona o di 1 animale.

Oggi un bene materiale viene considerato qualcosa di prezioso,quasi che non ne possiamo fare a meno,ma se osserviamo attentamente molti gadget hi-tech sono inutili per la nostra esistenza.

E’ un mondo che ci è stato messo davanti,come la TV.Come disse P.P.Pasolini “Niente è più feroce della banalissima televisione”.

La frase sta a farci riflettere su quanto tempo passiamo davanti ad uno schermo mentre ci propinano porcherie come tg scadenti o programmi in prima serata di poco valore,etc,fatti solo per mantenere la gente in stato di allontanamento da argomenti seri,come la politica del paese,in una parola,distrazione.Distrarci dalle cose serie.

Credo che dobbiamo essere il cambiamento,oltre a pensarlo dobbiamo attuarlo,migliorare la nostra vita pensando con la nostra mente e non farci influenzare dalla TV,anche se non sembra farlo.Non facciamoci influenzare dagli altri.Pensiamo e agiamo.

La consapevolezza della nostra vitaultima modifica: 2010-06-08T16:45:00+02:00da incompreso89
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “La consapevolezza della nostra vita

  1. …mi viene in mente Popper quando parlava di televisione,cattiva maestra…tutto cio che è svago ci coinvolge a tal punto da distrarci e dimenticare il valore primo,cioe l’uomo come soggetto e non come numero..ma la societa consumistica è creata appunto per distogliere l’uomo dalle problematiche reali..usciamo dal vicolo cieco,rompiamo le catene del capitalismo…

Lascia un commento